LOADING...

Cibus Alius

Cibi scaduti. Diamo loro un’altra possibilità

27 09 2017 | Articolo di:

Cibi scaduti. Voi cosa ne fate?

Spesso ci soffermiamo a riflettere su quanto il cibo sia una risorsa primaria: quasi scontata in quest’era di consumismo e mondanità eppure così rara, spesso, solamente a due passi da casa nostra.

Tra il savoir-faire dell’economia domestica quest’oggi vogliamo ritagliare uno spazio alla gestione del cibo, non come sua propria funzione diretta di nutrimento, ma bensì in termini di riutilizzo e minor spreco.

Partiamo dal pane raffermo ottimo per fare il pan grattato e versatile in tantissime ricette come il gazpacho, i crostini o la torta di pane raffermo.

L’impiego in ricette è anche la fine che può essere destinata ad una parte degli scarti dei nostri centrifugati. Le bucce della frutta o degli ortaggi possono essere impiegati in vari modi: dai rimedi di bellezza, come ad esempio la buccia della patata per ridurre i gonfiori sotto gli occhi, alla creazione di conserve, aromatizzazione di marmellate o infusi, creazione di pot-pourri e tanto altro.

Il panetto di burro ormai un po’ irrancidito va posto nel freezer. Per cosa? Lo utilizzerai, ancora surgelato, sulle macchie difficili. Il burro le ammorbidirà e potrai eliminarle più facilmente con il classico smacchiatore.

Il latte scaduto da un paio di giorni può essere utilizzato per pulire l’argenteria, ricucire delle piccole crepe delle porcellane della nonna, creare delle maschere per il viso, struccanti delicatissimi o, ancora, creme nutrienti per le mani.

Hai del ketchup preistorico in frigo? Utilizzalo per lucidare gli oggetti di rame. L’ acidità del pomodoro li farà tornare lucidi come prima.

Le bustine del thè sono un ottimo detergente e sgrassante per i pavimenti, i mobili e i vetri  o ancora un profumatore per armadi, cassetti, caminetti e lettiere dei gatti.

Stesso dicasi per il limone utilizzato sia nelle pulizie domestiche come sgrassatore e disinfettante che come assorbi odore nei frigoriferi.

Qualora non foste come me, e avanzasse del cioccolato dalle vostre uova di Pasqua, ad esempio, bhè… in questo caso i suggerimenti sono molteplici: dalle tazze di cioccolato caldo ai biscotti, dal dolcetti fatti in casa fino qualcosa di più elaborato come l’albero di cioccolato e fragole o il cestino di cioccolata per contenere i vostri cioccolatini, un tocco originale per le vostre ricorrenze.

Tutti sappiamo che non bisogna mai e poi mai riutilizzare l’olio della frittura, né tantomeno gettarlo via se non in maniera appropriata nelle consone isole ecologiche. Pochi sanno che l’olio in questione può essere trasformato in un detergente naturale ottimo per il bucato e per l’igiene della casa.

Avete visto, quanti modi diversi di riciclare ed utilizzare, basta qualche informazione, un po’ di fantasia e la voglia di non sprecare ed inquinare, e il gioco è fatto!

Ilaria Mangieri©Cibusalius

Commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi