LOADING...

Cibus Alius

“Blasonario” Chef: 6 italiani

13 02 2017 | Articolo di:

I nostri chef si distinguono anche all’estero. Tra piatti succulenti, estro creativo e italian style ecco i riconoscimenti che fanno assaporare l’Italia in tutto il mondo

Giovanni Passerini 

Miglior chef del 2017. I francesi consolidano la sua fama di chef eccellente e raffinato – conosciuto anche la sua bottega della pasta fresca d’autore.

Ha portato a casa della nouvelle cousine sofisticate prelibatezze in puro italian style. Conosciuto dai parigini come chef del Châteaubriand e de L’Arpège di Alain Passard, trasforma la sua arte culinaria in un’idea imprenditoriale,  fondando un ristorante targato Passerini  nel 12° Arrondissement della capitale francese.


Umberto Bombana

Lo Chef Umberto Bombana si fregia di altre stelle  e conquista nuovamente i palati di Hong Kong

…curriculum da paura! Già premiato con le 3 stelle Michelin nel 2011, continua ad affermarsi per le prelibatezze che magistralmente cucina nel suo Ristorante  “8 e 1\2” di Hong Kong.  Apre anche a Shangai e subito dona maestria e savoir-faire della cucina italiana anche a questo ristorante tanto da conquistare, a pochi mesi dall’apertura, altre 2 stelle Michelin. I tartufi sono la sua passione, ma da buon bergamasco propone anche piatti in puro stile lombardo.


Pino Lavarra

Dalla scuola alberghiera di Castellana Grotte, piccolo paese della Puglia,  parte il viaggio dello Chef,  oggi, famoso in tutto il mondo

Pino Lavarra, con il suo astice alle zucchine marinate, il suo risotto con peperoni, olive nere, cipolla, pancetta e tanti altri piatti raffinati, ricercati e tradizionali allo stesso tempo, conquista altre 2 Stelle Michelin al Tosca del Ritz-Carlton di Hong Kong in soli 6 mesi di attività. Il suo occhio pugliese e la sua esperienza internazionale donano a questo chef il modo per imporsi anche nella lontana Cina, laddove la concorrenza è agguerrita perchè esistono già 10 ristoranti stellati.


Andrea Camastra

Un grazie va anche ad Andrea  Camastra, che ancora una volta afferma la cucina italiana nel mondo grazie a competenza, sperimentazione degli ingredienti, attenzione per le produzioni degli alimenti, creatività culinaria e, soprattutto, tanta sana allegria tutta Made in Italy

Da pochi mesi lo chef pugliese Andrea Camastra si colloca nuovamente nel “blasonario” degli chef internazionali. Conquistando anche “The Diners Club 50 Best Discovery Series”e le 2 Stelle Michelin, afferma definitivamente a Varsavia il suo ristorante Senses. Lì offre piatti prelibati fatti con ingredienti della sua fattoria in Polonia, quindi controlla tutta la sua filiera, dalla produzione all’utilizzo, deliziando i palati più raffinati della capitale polacca.


Luca Fantin

Unico nel suo genere lo chef italiano Luca Fantin. Ovunque si trovi, anziché, imporre piatti avulsi dalla tradizione del Paese che lo ospita, propone e rivisita piatti e ingredienti locali con la versatilità pura di chi il mestiere di chef lo ha nel sangue.

La sua gavetta la fa affianco a grandi maestri come Carlo Crocco e Gualtiero Marchesi, cucina nel prestigioso Quisisana di Capri, al Mugaritz di Angani Louis Aduriz nella Murcia per arrivare a stabilirsi, fino ad oggi, al Bulgari Ginza Tower di Tokyo, laddove cucina con ingredienti giapponesi e italiani piatti in vero stile nipponico.

 

 


Paolo Lavezzini

Cuoco brillante…

spiritoso lui, spiritosi i suoi piatti, dalla carriera sempre in salita, si colloca tra i  6 chef più premiati al mondo

Passa dall’Athenne di Alain Ducasse di Paris e dalla rinomata Enoteca Pinchiarri fino a rendere famoso nel mondo il suo Ristorante “Fasano al Mare” sulla prestigiosa spiaggia di Iponema a Rio de Janeiro.

Il suo volto, i suoi piatti, il suo savoir-faire, oltre che la latinità che lo contraddistingue, sono diventati popolari oltreoceano anche grazie alle sue molteplici apparizioni sulla Tv brasiliana.

 

Adriana Avallone©Cibusalius

Credits\Links: Agrodolce

 

 

 

 

Commenti

Tag: , , , , , , , , , , ,

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi