LOADING...

Cibus Alius

Bustine di thè: 10 buon motivi per riutilizzarle

3 04 2017 | Articolo di:

Il thé…non solo da bere

In un’era in cui tutorial sul fai da te la fanno da padrone e il riciclaggio è, ormai e finalmente, il must green della nostra vita, scopriamo insieme come riutilizzare le bustine da thè usate.

thè

Il thè, tipica bevanda della tradizione inglese ha oggi preso ampio spazio nella cultura e nelle diete del mangiar sano anche di noi italiani. Ci siamo già soffermati sulle diverse caratteristiche benefiche di questa bevanda e quest’oggi vogliamo proseguire ad elogiarlo anche nell’ottica del riciclaggio.

Vediamo come:

1 Rimedio di bellezza: le bustine fredde sono ottime per una pulizia delicata del viso se le usiamo per tamponarlo. Immergendone qualcuna in 250ml di acqua distillata è possibile ricavarne un tonico.

2 Come doposole o per alleviare il fastidio di un eritema solare, facciamo un bel bagno con acqua fredda e qualche bustina di thé.

3 Riposte in freezer per una mezz’oretta sono un toccasana per occhiaie, borse, occhi arrossati, scottature, lividi, gonfiori e come emolliente dopo la rasatura.

4 Alcune bustine di thè in un panno di stoffa caldo sono miracolose per quelle fastidiosissime vesciche, ricordo di quelle costosissime scarpe tanto belle quanto dolorose.

5 L’ acido tannico, contenuto nel thè risulta essere utile nel ridurre il gonfiore provocato dalla costrizione dei vasi sanguigni e ridurre l’effetto livido: basta  applicare per circa 20 minuti una bustina di tè fresca o refrigerata sulla parte interessata.

6 La nostra cara dieta mediterranea con l’abbondanza di odori quali cipolla ed aglio compromettono la possibilità di stringere la mano agli ospiti della serata? Niente paura! Strofinate una bustina di thè sulle dita e vedrete! Se poi per le stesse cause il problema è l’alito, le foglie di thè verde asciugate, tritate ed emulsionate con l’argilla bianca saranno il dentifricio che fa per voi.

7 Donne, se tra i tanti prodotti per la cura della casa vi dicessimo che ci sono anche le bustine da thè in alternativa, ci credereste? Ebbene si, rimuovono i segni di unto e le impronte dai vetri, superfici e maniglie e se strofinate con cura faranno risplendere la vostra argenteria!

8 La naftalina e i profumatori nei tiretti e negli armadi non vi soddisfano più? Provate ad utilizzare nello stesso modo le bustine da thè al bergamotto o alla vaniglia essiccate, ottime come profumatori naturali.

9 Se avete il pollice verde, sappiate che le bustine lasciate all’interno dell’innaffiatoio sono un ottimo fertilizzante naturale, lasciandole sul terreno fungeranno da compost e ponendole sul fondo dei vasi saranno un regolatore dei livelli di acqua ed umidità del terreno.

10 Ed infine, se come me avete un gatto in casa, mettendo una bustina sul fondo della sua lettiera: si ridurranno i cattivi odori.

Insomma, avevate mai pensato a quante cose potesse fare una piccola bustina da thè utilizzata?

Ilaria Mangieri©Cibusalius

Commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi